Sguardi Puri 2017

Guttuso. La forza delle cose

Cammini giubilari a Pavia

Sguardi puri 2016 - tra legge e desiderio

BirrArt Europe a Casteggio

Le passioni di Picasso arrivano a Pavia

Six in The Style, il successo a 3 D: design, decoro, donna.

A Villa Esperia la Giornata del Parkinson diventa un’occasione di incontro

1525-2015. Pavia, la Battaglia, il Futuro. Niente fu come prima

BirrArt 7: le birre artigianali ancora protagoniste a Casteggio

Capolavori della Johannesburg Art Gallery: da Degas a Picasso

Salice Terme: insieme per un Parco pulito

Workshop - Architettura del verde e tutela del territorio

Arte lombarda dai Visconti agli Sforza

Mostra fotografica di Erminio Annunzi “Di Boschi, di Acqua, di Terra...”

The Original History Walks of Pavia

Ludovico e Beatrice. Invito a Palazzo Ducale

BirrArt 2014: una doppia rassegna verso Expo 2015

Festa del Ticino 2014

BeerFood 2014

Voghera: una Sensia in formato Expo
Dal 29 maggio al 2 giugno
torna la fiera più antica di Lombardia


Salicedoro – 5° Concorso Lirico Internazionale

DESIGN e LUCE
fuorisalone a Pavia


SguardiPuri13/14
MIND THE GAP!


BirrArt 2013

Mercato delle De.C.O.

BeerFood 2013

Le Lusinghe del segno. Bozzetti pubblicitari e calzature 1920/1950

Tempo di Teatro

Renoir a Pavia 2012

Montesegale Estival 2012

Festival Ultrapadum 2012

BeerFood 2012

Rembrandt

Robert Mapplethorpe

La vetrina di Natale

Novello 2011

BirrArt 2011

Mostra al Castello Visconteo

Notte Bianca

Vacanze in provincia

Ca’ Du Re

Leonardeschi

Vinitaly 2011

Choco Moments

Elisa in concerto

In vetrina per Natale

Vino novello e sapori d autunno

BirrArt - Edizione 2010

Borghi&Valli: gli appuntamenti

Cinema sotto le stelle

Coppi: l'uomo, il Campione, il Mito

Il passato che fa moda

Casa Dolce Casa

Henri Cartier-Bresson. Russia

Da Velazquez a Murillo

BirrArt

Appennino Folk Festival 2009

A Vigevano è Musica nei cortili

Cantine aperte 2009

Festival del paesaggio

L eterno femminino

Natale 2008

Belle Epoque

La Rassegna di Casteggio

Festival dei Saperi

Festival dei Diritti

Quel cielo di Lombardia...

Artisti e paesaggio in Lomellina

Festival dei Saperi

Fare Festival 2007

Vindesign

Il Papa a Pavia

Vinitaly 2007

Sguardi Puri 2007

Natale 2006, tanti auguri!

Il cerchio della Terra

Fare Festival

VinDesign

Festival Paesaggio

San Rocco

Albert Einstein

Gustav Klimt

Oltrevini 35°

Oltrepò nella rete della Cultura

Ente Nazionale Risi

Le Donne del Vino

Il Grana Padano





“Linguaggi della creatività: matematica e musica”
Pavia, dal 3 al 7 settembre 2008

Al via la terza edizione del Festival dei Saperi: a Pavia anche Gilberto Gil e Max Pezzali

«Quest’anno ingaggiamo una battaglia scherzosa con il Festival di Mantova: se là scendono in campo i grandi nomi delle lettere, noi a Pavia contrapponiamo i grandi nomi dei numeri. La matematica sfida la letteratura!». Con queste parole, l'assessore alla cultura del Comune di Pavia Silvana Borutti introduce la terza edizione del Festival dei Saperi, in programma dal 3 al 7 settembre a Pavia (www.festivaldeisaperi.it).
Nei quattro giorni dedicati ai numeri, per un'edizione intitolata “Linguaggi della creatività: matematica e musica”, saranno presenti a Pavia alcuni tra i più noti matematici italiani: Umberto Bottazzini, Michele Emmer, Giorgio Israel, Gabriele Lolli e Alfio Quarteroni, e con essi anche alcuni tra i musicisti più innovativi sul panorama internazionale della sperimentazione sonora, alcuni dei quali provenienti dall'IRCAM di Parigi. Il momento è favorevole, visto che l’Università di Pavia si è appena classificata nel Top Group della classifica Excellence Ranking delle istituzioni universitarie europee per la matematica.
Tra i “pensatori” del Comitato scientifico del Festival c'è anche Salvatore Veca, il quale prosegue con l'ironia della sua collega filosofa Silvana Borutti: «Ditelo con i numeri! Ecco lo slogan di quest'anno: i numeri sono un segno che permea molti campi del sapere e ne sono uno strumento fondamentale. Musica, scienza, filosofia, arti figurative e naturalmente matematica. Tutto ciò ha a che fare – creativamente e a proprio modo – con i numeri».
La formula del Festival dei Saperi di Pavia, organizzato dall'Associazione Pavia Città Internazionale dei Saperi, è orientata alla commistione dei generi e all'incrocio dei saperi: un argomento centrale e molti interventi da diversi punti di osservazione su quel tema. Oltre ai grandi matematici, molte e interessanti saranno le sorprese che questo Festival riserverà al pubblico, tra cui il concerto di Gilberto Gil al Teatro Fraschini il 3 settembre e il concerto finale di Max Pezzali al Castello, il 7 settembre. Sempre il 3 settembre alle 21, in apertura del Festival, Massimiliano Finazzer Flory, saggista, autore teatrale e curatore di rassegne culturali, porterà in scena “L’orecchio di Beethoven” spettacolo teatrale di e con Massimiliano Finazzer Flory e un quartetto d'archi dell'Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Ancora, le conversazioni filosofiche tra cui quella con Maurizio Ferraris e Armando Massarenti; gli interventi di docenti pavesi e illustri ospiti dedicati al “Lessico civile” (tra cui “La giustizia e le regole” con Gherardo Colombo) ed al “Lessico scientifico” (tra cui “Genomi e matematica”, “Teletrasporto”). Con il titolo “Numeri in gioco” si terranno una serie di incontri pubblici con protagonisti dello sport italiano (tra cui Gianni Rivera, Mario Corso, Fabio Cudicini, Pierluigi Marzorati), mentre “Numeri da circo (mediatico)” sarà il titolo di un incontro curato da Lamberto Sposini che vedrà ospiti giornalisti e personaggi televisivi. Musei aperti, visite guidate, iniziative enogastronomiche faranno da corollario ai giorni della manifestazione che sarà scandita da musica di tutti i generi. In programma anche concerti dedicati alle “Variazioni Goldberg” ai ritmi della musica africana a “Romeo e Giulietta a confronto” con letture di brani della commedia shakespeariana ed interpretazione di brani dell’opera di Prokofiev.

Il Festival dei Saperi è organizzato da
Associazione Pavia Città Internazionale dei Saperi

Soci fondatotori
Comune di Pavia
Fondazione Banca del Monte di Lombardia

Soci sostenitori
Università degli Studi di Pavia
IUSS – Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia
Fondazione Teatro Fraschini
Istituto Superiore di studi musicali “Franco Vittadini”
CCIAA Camera di Commercio di Pavia
Fondazione IRCCS
Policlinico San Matteo
Consorzio Parco Lombardo della valle del Ticino
Collegio Ghislieri
Collegio Borromeo
Collegio Nuovo
Collegio Santa Caterina
EDISU Ente per il diritto allo studio universitario dell’Università degli Studi di Pavia
A.S.M. Pavia s.p.a
Milano Serravalle – Milano Tangenziali
Comitato Pavia Asti Senegal

Con il patrocinio di:
Regione Lombardia – Culture, Identità e Autonomie della Lombardia

Main Sponsor:
Intesa Sanpaolo

Media Sponsor:
Corriere della Sera
La Repubblica
Number OneChannel – Sky 931
Radio NumberOne
La Provincia Pavese

Per informazioni e approfondimenti sulle iniziative in programma:
Sito Internet: www.festivaldeisaperi.it
Tel 0382.399424 – Cell. 334.5637390

Info Point:
Piazza Vittoria – Musei Civici, Castello visconteo


Un festival di idee


«Ditelo con i numeri». Questo potrebbe essere lo slogan della terza edizione del Festival dei Saperi, dedicato a “Linguaggi della creatività: matematica e musica”.
I numeri permeano la nostra vita, anche sotto forma di suoni, ed è per questo che – in un Paese in cui la scienza è poco insegnata e in cui l'ignoranza musicale è considerata un peccato veniale – a Pavia si è deciso di dedicare la manifestazione più importante dell'anno a questi due temi.
Il Comitato scientifico del Festival ha elaborato un programma di incontri, lezioni, concerti e conversazioni proprio per guardare da ogni angolatura i numeri e il loro potenziale espresso (e inespresso) nella vita quotidiana. I migliori matematici italiani sono a Pavia dal 3 al 7 settembre: Umberto Bottazzini,
Michele Emmer, Giorgio Israel, Gabriele Lolli e Alfio Quarteroni, e con essi anche alcuni tra i musicisti più innovativi sul panorama internazionale della sperimentazione sonora.
Potremo ascoltare le performance della pianista Hélène Schwartz, con Gerard Assayag e Georges Bloch, ideatori di Omax, un dispositivo in grado di interagire in tempo reale con il musicista, creando immagini virtuali. Una sorta di improvvisazione informatica. Sempre al confine tra musica e matematica, ci saranno i ricercatori-musicisti dell'IRCAM di Parigi, forse l'istituto più accreditato al mondo in fatto di sperimentazione musicale.
Ma la musica del Festival non sarà soltanto quella legata alle nuove tecnologie, perché ogni giorno negli appuntamenti del pomeriggio, della prima e della seconda serata, vi saranno concerti dalla classica al jazz, dalla musica da camera a quella sinfonica tenuti dai professori e dagli studenti dell'Istituto Musicale Vittadini di Pavia.
I concerti di Gilberto Gil e di Max Pezzali, rispettivamente in apertura e chiusura del Festival, saranno invece l'occasione per abbracciare due forme assai diverse di musica popolare.
Il Festival dei Saperi, per come è stato pensato fin dall'inizio, contamina e insieme riordina i temi di cui tratta, in un quadro complesso e variegato in grado di rendere conto della contemporaneità. Ed ecco allora i cicli di incontri dedicati al Lessico delle Scienze e al Lessico Civile. Due cicli che incrociano parole “scientifiche” che riguardano i numeri, con parole che ricorrono nel rapporto di ogni uomo con il proprio vivere nella comunità. Il nostro Festival non vuole essere soltanto un'occasione di incontro, di spettacolo e di riflessione, ma si pone da sempre come un luogo di discussione pubblica, civile, propria dello spazio democratico.
E fra i temi che la democrazia pone in grande risalto, c'è quello della formazione e della didattica dei saperi. La costruzione della società passa attraverso l'elaborazione di nuove idee e la trasmissione del sapere alle nuove generazioni. Perciò sono in programma alcuni incontri per gli insegnanti sulla didattica della matematica, in collaborazione con Rai Educational. Inoltre il Festival produrrà una puntata di una fiction di Rai Edu, indirizzata ai più piccoli, e organizza alcuni laboratori per i bambini, in collaborazione con il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli e la Fondazione Pistoletto.
Musica e matematica influenzano anche gli artisti: Marco Lodola esporrà nel porticato del Castello
visconteo alcune installazioni ispirate ai miti della musica e che faranno da coreografia al concerto dell'amico Max Pezzali.
Aldo Spizzichino racconterà ed esporrà i suoi lavori, in cui equazioni matematiche si trasformano in opere pittoriche. Infine, il pittore e scultore Ugo Nespolo indagherà sui rapporti tra l’arte e i numeri.

Scarica il programma completo in formato PDF


 

         
       
    © 1998-2004. AB&A studios.
Tutti i diritti sono riservati.